Bologna

Bologna

Bologna è il capoluogo dell'omonima provincia e della regione Emilia Romagna. Bologna è situata nel cuore della Pianura Padana, in prossimità dei colli appeninici ed è racchiusa tra la valle del Reno e quella del Savena.  

La ricchezza culturale ha permasso che, nel 2000, Bologna venisse scelta come Capitale Europea della Cultura e che, nel 2006, fosse insignita del riconoscimento di Città Creativa della Musica dall'Unesco

Bologna è un importante centro industriale, soprattutto per quanto riguarda i settori meccanico, elettronico e alimentare, oltre a rappresentare un grande centro commerciale e fieristico. Bologna si trova infatti al centro dei traffici fra le aree industriali della Pianura Padana, della Toscana e del Lazio. 

A Bologna sono presenti uno dei maggiori interporti italiani, centri commerciali all'ingrosso tra i più forniti, un mercato ortofrutticolo tra i più importanti d'Italia ed un importante scalo merci. Numerose sono anche le istituzioni culturali, economiche e politiche. 
Il Santo Patrono di Bologna è San Petronio, la cui festa si celebra ogni anno in corrispondenza del 4 Ottobre e prevede la processione con le reliquie del Santo e la benedizione alla città, oltre a momenti di divertimento. 
Bologna vanta una lunga tradizione anche nel campo della gastronomia, che secondo alcune testimonianze risalirebbe al Medioevo. La maggioranza dei piatti tipici sono a base di carne e di pasta all'uovo, tra cui i tortellini, le lasagne, le tagliatelle, il ragù, piatti a base di mortadella e le cotolette. 

Bologna figura nella lista delle città insignite della Medaglia d'Oro come Benemerite del Risorgimento Nazionale, in riconoscimento del patriottismo dimostrato durante il Risorgimento ed è annoverata tra le città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione, avendo ricevuto, il 2 Novembre 1946, la medaglia d'Oro al Valor Militare, in seguito ai sacrifici compiuti dalla popolazione nel contesto della lotta partigiana durante la Seconda Guerra Mondiale. Bologna ha ricevuto inoltre la Medaglia d'Oro al Valore Civile, per ricordare la solidarietà e la collaborazione dimostrata dai cittadini in seguito alla strage del 1980, quando il 2 Agosto una bomba esplose nella sala d'aspetto di seconda classe della stazione di Bologna.

Ferrara

Ferrara

Ferrara è un affascinante città universitaria ricca di arte e cultura. Il centro storico si concentra attorno all'imponente castello e alla cattedrale. Ma nelle strade vicine, il gusto antico di vicoli medioevali ed enoteche dal sapore tradizionale, offrono al viaggiatore il gusto di una tradizione perfettamente viva. Una gita a Ferrara è un assaggio del gusto elegante di una cittadina che vive della cultura del passato e del presente. Le dimensioni contenute della città non devono ingannare. Ferrara è una città da sempre all'avanguardia nello stile di vita, sofisticato e colto, e nell'attenzione ai propri valori artistici e ambientali. L'innovativa università di Ferrara è un ottimo esempio dello spirito della città. Ecco come un'istituzione nata nel lontano 1391 è all'avanguardia nella formazione universitaria e tecnologica anche a distanza. Ma Ferrara è anche una città di persone solari e accoglienti. Una gentilezza del tutto caratteristica, quasi un'eredità dell'antica urbanitas della corte Estense.

Cento

Cento

Il Carnevale impegna solitamente le cinque domeniche precedenti la quaresima. La sfilata ha inizio nel primo pomeriggio. I carri di carnevale compiono due giri del percorso accompagnati dalla musica e da un gruppo di figuranti in maschera impegnati nelle coreografie. Peculiare è il ricco gettito di gonfiabili e coriandoli lanciato da ogni carro agli spettatori. In Piazza Guercino è allestito un palcoscenico, dove il Patron del Carnevale presenta la manifestazione sempre accompagnato da volti noti del mondo dello spettacolo.

La terza domenica, solitamente, le società preparano una sorpresa coreografica da esibire in piazza. L'ultima domenica avviene la proclamazione della classifica e la premiazione della società vincitrice. A Cento è assegnato anche un trofeo per il gettito e uno per i costumi, l'animazione e musica. All'ultima parata segue tradizionalmente il rogo della maschera locale "Tasi" accompagnato da uno spettacolo pirotecnico; prima di venire bruciato nella piazza, Tasi legge un testamento in dialetto dove lascia i suoi averi ai personaggi più noti alla cittadinanza.

Il carnevale di Cento è conosciuto per la grande abilità dei suoi carristi nel comporre e assemblare i loro carri.

Il Castello di San Martino

Il Castello di San Martino

Il Castello di San Martino in Soverzano, chiamato anche Castello dei Manzoli è una fortezza medievale situata nella località di San Martino in Soverzano nel comune di Minerbio, in provincia di Bologna.

Si tratta di una splendida costruzione dotata di quattro torri angolari e di un mastio e circondata da un fossato che può essere superato attraverso due ponti levatoi. Il castello è di origine medioevale (probabilmente del XII secolo), ma venne fortemente rimaneggiato alla fine del XIX secolo ad opera di Alfonso Rubbiani in stile neogotico bolognese. Prende il nome dalla famiglia dei Manzoli che ne divenne proprietaria nel 1407. Attorno al castello si sviluppò a partire dal XV secolo un piccolo borgo di artigiani e mercanti di bestiame.

 

scrivici

L'interessato letta l'informativa sotto riportata accetta espressamente la registrazione ed il trattamento dei propri dati che avverrà premendo il tasto 'Invia'.
Leggi l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (Ue) 2016/679